in evidenza

Conclusi i Consigli Regionali. Prosegue l’iter per il rinnovo del CCNL del Credito.

Tra il 21 Marzo e il 22 Marzo si sono svolti i 20 Consigli Regionali della Uilca alla presenza dei Segretari Nazionali e dei collaboratori della Segreteria per presentare la Piattaforma del rinnovo del CCNL del Credito.

Il Segretario Generale Uilca Massimo Masi, impegnato nei Consigli Regionali della Lombardia e della Sicilia ha considerato questi incontri “un grande sforzo organizzativo per una grande occasione, quella di continuare a essere dalla parte delle Lavoratrici e dei Lavoratori”.

Il Segretario Generale e tutti i Segretari Nazionali si sono concentrati sulla innovatività della piattaforma. La Uilca, insieme agli altri Sindacati, ha affrontato i temi del mondo del Credito a 360 gradi. Temi salariali e professionali ma anche qualità della vita delle Lavoratrici e dei Lavoratori. Si è preoccupata della disconnessione dopo l’orario di lavoro, accettando la sfida di un mondo che cambia diventando sempre più digitale. Ha affrontato i temi della modifica del core business delle banche (cessioni rami d’azienda) e dei nuovi soggetti non bancari che entreranno nel nostro settore. Non ha tralasciato i rapporti con la clientela, per il rilancio della credibilità del sistema bancario messo a dura prova da un management spesso incapace e da una politica predatoria.

Una piattaforma che rilancia quindi i temi dell’area contrattuale, del confronto sindacale, del salario e del benessere lavorativo rafforzando previsioni in tema di diritti e tutele, provvedimenti disciplinari, politiche commerciali, digitalizzazione, conciliazione di vita e lavoro, diritto alla disconnessione e politiche sociali. Ieri è stata presentata alla stampa a Milano dai Segretari Generali delle Categorie del Settore.

Ora la parola, come fase assolutamente vincolante, passa alle Lavoratrici e ai Lavoratori nelle assemblee, che dovranno essere capillari per consultare il maggior numero di Colleghi, dove verrà discussa e votata.

La Uilca si preparerà poi dall’ultima settimana di maggio per la difficile trattativa con la Controparte, dove cercherà di restituire ai Lavoratori tutto quello che in questi anni gli è stato tolto e di premiarli per i sacrifici che hanno sopportato.

Valentina Bombardieri

Addetta Stampa Uilca

2 risposte »

  1. Faccio innanzitutto i complimenti alla Segretaria Nazionale Simona Cambiati, che al Consiglio Regionale della UILCA/Marche ha portato una ventata di freschezza, con una elegante padronanza sui temi contrattuali illustrati.

    La Piattaforma del CCNL appare esaustiva, ben individuandosi in essa la “mano” della UILCA, che certamente ha avuto il merito di fungere da “ago della bilancia” e da “paciere” fra quelle sigle che, nella fase iniziale di stesura, apparivano tra loro concettualmente divergenti.

    Gli aspetti sui quali poter riversare una critica costruttiva sono la richiesta economica, che doveva essere un po’ più audace, visto che nel precedente rinnovo furono richiesti inizialmente 170 euro di aumento (poi “corretti” a 145 euro, fino ad acquisirne appena 85), in una situazione economica del Paese e del sistema creditizio assai critica; inoltre, non condivido la battaglia sul “diritto di disconnessione”, che appare oggettivamente pleonastica, poiché è un po’ come chiedere che i lavoratori hanno il diritto di uscire quando termina l’orario di lavoro…
    Fra l’altro, questa richiesta riguarda essenzialmente i Quadri Direttivi, la cui prestazione lavorativa prevede già per contratto delle specifiche elasticità di orario compensative.

    Infine, ritengo non opportuno – e comunque deontologicamente scorretto – minacciare l’ABI di scioperi, manifestazioni, mobilitazioni e quant’altro prim’ancora che le venga presentata formalmente la Piattaforma: ho letto sui quotidiani la presa di posizione di qualche sigla in cui si giunge addirittura a prospettare “incubi” da far sognare all’ABI in caso di non accoglimento di talune richieste, venendosi così a calare fin dall’inizio un muro ideologico che potrebbe rivelarsi molto pericoloso.

    Cordiali saluti.

    Ferdinando Castellani
    (MPS Ascoli Piceno)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...